JAMES BROWN - MR. BAD SELF

 “La musica Motown in pratica era il caviale della musica nera, mentre la mia, all'opposto, era pollo fritto, era soul music!” (James Brown, I Feel Good, Minimum Fax, 2006)

 

Da qui si parte: il suono sporco, ossessivo dei quartieri popolari, il groove ripetitivo e muscolare di basso e batteria, i colpi taglienti della chitarra, il timbro acido ed instancabile della sezione fiati. E si arriva alla voce di James che è pura propulsione, la voce di un cantante soul senza traccia di melliflue liriche d'amore, di un predicatore stanco di sacralità da domenica mattina, la voce dell'uomo della strada che parla dritto in faccia alla sua comunità, al suo vicino di casa, alla signora di Harlem che prepara il pollo fritto per i nipotini, al giovane bracciante costretto a lavorare sottopagato, alla ragazza costretta a prostituirsi e al vecchio uomo delle consegne con la schiena distrutta, ai figli della sua generazione e ai sui coetanei illusi e disillusi dal sistema. che si alzino in piedi senza paura e tengano la loro posizione. I'm black and I'm proud!

 

Grazie a questa fortissima appartenenza ai quartieri popolari la canzone Say it Loud I'm Black and I'm Proud (uscita come singolo nel 1968 anticipando l'album del marzo 1969) divenne l'inno non ufficiale del movimento Black Power e da lì in avanti manifesto di rivalsa per tutte le classi segregate. James Brown stesso per tutti gli anni 60 e 70 è stato simbolo del movimento contro la segregazione anche a causa del suo modo di cantare, ritmico e parlato, con il quale veicolava una comunicazione diretta ed immediata. Un modo di cantare e di fare musica che più di tutti ha messo le basi per la scena hip hop degli anni a venire.

 

James Brown è citato nell'Oxford English Dictionary per l'accezione positiva della parola “bad” che arriva per la prima volta in apertura di questo pezzo. Il testo inizia con: “Uh! With your bad self!”. la traduzione letterale (cattivo) nel contesto specifico di James viene ribaltata di significato e diventa una esortazione a dare il meglio di sé sul coro successivo. forse il cattivo non è poi così cattivo?

 

Uh! With your bad self!

Say it loud I'm black and I'm proud!

Say it loud I'm black and I'm proud!

 

Some people say we got a lot of malice, some say it's a lotta nerve

But I say we won't quit movin' until we get what we deserve

we've been buked and we've been scourned

we've been treated bad, talked about as sure as you're born

but just as sure as it take two eyes to make a pair,

brother we can't quit until we get our share.

 

Say it loud I'm black and I'm proud.

Say it loud I'm black and I'm proud.

 

 

G.